Giorgia Meloni ha ricevuto minacce di morte con una stella cerchiata a 5 punte delle Brigate Rosse e scritte “Meloni come Moro” in vernice rossa. Le minacce sono comparse oggi su alcuni cartelloni elettorali e sui manifesti con le foto di Giorgia Meloni. A denunciarlo in una nota Raffaele Speranzon, candidato di Fdi e capogruppo consiliare veneto. Su facebook spiega che le scritte sono comparse “in Viale Garibaldi a Mestre a 100 metri da dove è stato assassinato Sergio Gori ed a poche centinaia di metri da dove è stato assassinato il commissario Alfredo Albanese”. Matteo Salvini, leader della Lega, ha scritto sui social. “Solidarietà all’amica Giorgia vittima di ignobili minacce firmate Br. In questa


ANSA/Facebook Matteo Salvini (NPK)

campagna elettorale il clima è pessimo: basta ricordare l’assalto di 50 anarchici al gazebo della Lega di Carrara per non parlare delle decine di insulti che hanno bersagliato il sottoscritto e altri leghisti come Maurizio Fugatti. Evidentemente, il clima di odio ed insinuazioni alimentato dalla sinistra e dai suoi giornali sta dando i suoi frutti. Si rassegnino: la violenza non ci fermerà! Avanti con il sorriso, determinati e senza paura!”.