MONTEFIASCONE ( Viterbo) – Ospedale di Montefiascone, la direzione strategica della Asl di Viterbo torna nuovamente a informare la cittadinanza e gli operatori sullo stato dell’arte dei lavori in corso di ristrutturazione e di riqualificazione.

Un investimento, come già più volte sostenuto, di oltre 4milioni di euro, finanziati dall’Unione europea, con fondi Pnrr NextGenerationEU, per la realizzazione della casa e dell’ospedale di comunità.

Gli interventi stanno procedendo come da cronoprogramma e, stante la presenza di servizi interni alla struttura, si rende necessario, di volta in volta, la ricollocazione degli stessi in ambienti diversi dagli attuali o la loro temporanea sospensione.

È il caso della Medicina geriatria che, al termine di un percorso progressivo di riduzione dei volumi di attività, a partire dal 1 luglio sarà trasferita presso l’ospedale di Belcolle. Il personale medico, infermieristico e di supporto sarà temporaneamente assegnato ad unità operative aziendali in relazione a specifiche esigenze organizzative fino alla loro ricollocazione nell’ospedale di Montefiascone che avverrà immediatamente al termine dei lavori di ristrutturazione e di riqualificazione. Lavori che, allo stato attuale, non garantirebbero più le minime condizioni di sicurezza, né per i pazienti, tantomeno per gli operatori sanitari.

Ciò non significa una chiusura definitiva della struttura, né un suo depotenziamento. Al contrario, al termine degli interventi, oltre alla casa di comunità, a Montefiascone sarà attivato un reparto con quindici nuovi posti letto e con una funzione intermedia tra il domicilio e il ricovero ospedaliero, mentre l’attuale Medicina sarà riconvertita in un centro ad elevata tecnologia di Riabilitazione intensiva (codice 56).

Una soluzione, questa, che eleva il livello qualitativo delle prestazioni, rispetto a quello erogato attualmente, caratterizza Montefiascone nell’ambito dell’offerta provinciale di salute, trova una soluzione adeguata alla problematica che si sarebbe, alternativamente, creata con il trasferimento dei posti letto di medicina a Belcolle, in concomitanza con il prossimo completamento dei lavori presso l’ospedale viterbese, così come previsto dalla ventennale programmazione regionale. Consente, infine, alla Medicina viterbese di trasformare gli attuali geriatrici, in posti letto maggiormente specialistici e in linea con i bisogni di salute della popolazione.

Gli operatori stessi di Montefiascone, a cui si chiede il sacrificio di attendere alcuni mesi prima di ritornare nella loro struttura, proprio nella nuova casa e nel nuovo ospedale di Comunità sono attesi da sfide professionali importanti e impegnative, in quanto saranno loro stessi i protagonisti del cambiamento e del potenziamento del nostro ospedale.