Mosca lancia la sua campagna di reclutamento per la guerra in Ucraina con una serie di messaggi contenuti in video di propaganda  che sono stati fatti circolare sui social media nei quali si diche che chi si arruola nell’esercito russo e va a combattere in Ucraina è un patriota e un vero uomo, dai sani principi morali, è un’alternativa positiva alla povertà, alla depressione e alla vodka. E ne giovano il suo status sociale, il suo morale, le sue finanze nonché il suo sex appeal.

Messaggi che sono stati ripresi dalla Cnn e che, come evidenzia l’emittente Usa, sono in contraddizione con le rassicurazioni del Cremlino, che nega di essere a corto di soldati sul fronte ucraino. Intanto oggi il ministro della Difesa della Federazione russa, il generale Sergei Shoigu, si è recato in Ucraina per fare visita alle truppe impegnate in prima linea.  Le truppe russe hanno nuovamente bombardato oggi la città ucraina di Kherson, con un bilancio provvisorio di almeno tre persone ferite.

Da parte russa, il governatore di Belgorod, al confine con l’Ucraina, ha reso noto che bombardamenti delle forze di Kiev hanno colpito la regione russa, provocando la morte di un civile. Lo riferisce la Tass.