Lo studio legale di Roma incaricato dai candidati del concorso annullato dalla Asl Roma4 ha ricevuto i documenti dall’azienda sanitaria dopo la richiesta di accesso agli atti. Secondo gli avvocati non ci sarebbe alcuna indagine in corso. L’accesso agli atti infatti avrebbe evidenziato che il concorso è stato annullato esclusivamente per le 4 domande ritenute sbagliate, motivo per il quale la Asl ha deciso per l’annullamento. I candidati hanno tempo fino al 3 settembre per aderire definitivamente alla class action contro la decisione della Roma4 di revocare il concorso che ricercava 22 posti da categoria C (14 alla Roma 4, 8 alla Roma 5).