ROMA – “Desideriamo esprimere tutta la nostra solidarietà ai due agenti della Polizia Locale colpiti da una sassaiola mentre erano in piantonamento al campo rom di Via Salviati, a Tor Sapienza, e costretti ad accertamenti medici dopo l’accaduto. Le baraccopoli della Capitale, in particolare quella di via Candoni e quella di via Salviati, balzati in questi giorni agli onori delle cronache praticamente con cadenza quotidiana, sono fuori controllo, terra di nessuno, ‘zone franche’ dove tutto è concesso: dai furti con tanto di localizzazione gps della refurtiva agli atti vandalici contro gli autobus, dagli incendi con roghi tossici agli attacchi contro le forze dell’ordine”. Lo scrive in una nota il consigliere regionale della Lega, Daniele Giannini. “Il sindaco di Roma Gualtieri – prosegue – esca qualche volta da Palazzo Senatorio e vada a farsi un giro per le periferie romane ostaggio di questi insediamenti, parli con i residenti e i lavoratori esasperati, e si occupi almeno un minimo di sicurezza, tema sconosciuto e – conclude Giannini – quasi deliberatamente ignorato da qualsivoglia amministrazione di sinistra”.