ROMA- “In questa campagna elettorale vi è stato un gap tra l’ordine di priorità dell’opinione pubblica e le forze politiche sull’importanza di investire nel Servizio sanitario nazionale. Si rischia una tempesta perfetta tra crisi economica ed andamento demografico. Mancano 30 miliardi di risorse per riportare il livello di finanziamento alla media europea, forse è venuto il momento di riparlare del Mes come rilancio strategico del SSN. Lo dico da una regione che è quella che ha il maggior numero di medici specialisti in rapporto agli abitanti come emerge dal rapporto presentato al congresso nazionale del Sumai in corso a Roma”. Lo dichiara l’Assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato.