“Il Pd governa il Lazio da nove anni e mezzo, D’Amato è Assessore alla Sanità da quasi cinque anni, ma scopre solo adesso, a fine legislatura, che va tolto il numero chiuso per l’accesso alla facoltà di medicina”. Lo scrive in una nota il consigliere regionale della Lega, Daniele Giannini, membro della Commissione Sanità. “Per anni medici e sanitari – prosegue – hanno lavorato in condizioni pietose e appare quanto mai ridicolo e fuori tempo esternare certe dichiarazioni solo al termine di un mandato da assessore alla Salute di una regione grande e importante come il Lazio, tra l’altro con ministeri compiacenti al governo nazionale per tutta la durata della legislatura. Senza contare che tanti giovani hanno dovuto in questi anni rinunciare a iscriversi a Medicina o andare all’estero. Fortunatamente il ciclo della sinistra in Italia e presto anche nella nostra Regione ha i giorni contati – conclude Giannini – e si potrà restituire finalmente ai cittadini una sanità pubblica degna di questo nome e lo stop al numero chiuso a medicina sarà una priorità nel programma del centrodestra”.