Sono Mahmood e Blanco i vincitori del 72esimo festival di Sanremo con Brividi, seconda classificata Elisa con “O forse sei tu”, terzo Gianni Morandi con “Apri tutte le porte”. Massimo Ranieri vince il Premio della Critica “Mia Martini”, Premio della Sala Stampa “Lucio Dalla” a Gianni Morandi. Premio Sergio Bardotti per il miglior testo a Fabrizio Moro. Premio Giancarlo Bigazzi assegnato dall’Orchestra a Elisa. “Devo salutare la mia mamma” dice Blanco subito dopo la decretazione del vincitore e scende in platea per abbracciare e baciare sua mamma, seduta tra il pubblico. Di seguito i nomi degli altri cantanti in base alla classifica: Irama, Sangiovanni, Emma, La rappresentante di lista, Massimo Ranieri, Dargen D’Amico, Michele Bravi, Matteo Romano, Fabrizio Moro, Aka7even, Achille Lauro, Noemi, Ditonellapiaga e Rettore, Rkomi, Iva Zanicchi, Giovanni Truppi, Highsnob e Hu, Yuman, Le Vibrazioni, Giusy Ferreri, Ana Mena e Tananai. Madrina della serata l’attrice Sabrina Ferilli che ha detto: “Prendete la vita con leggerezza, che leggerezza non è superficialità, ma planare sulle cose dall’alto, non avere macigni sul cuore”, citando Calvino. Volteggiano sul palco dell’Ariston al ritmo di Upside Down le Farfalle Azzurre, le campionesse olimpiche di ginnastica ritmica. E’ stata poi la volta dell’elogio della gentilezza di Marco Mengoni, che con Filippo Scotti legge la Costituzione, porta i versi di Franco Arminio, cita gli hater. Il festival di Sanremo rende omaggio a Lucio Dalla, scomparso dieci anni fa ed alla grande Raffaella Carrà con un assaggio in anteprima mondiale del musical Ballo Ballo, tratto dal film Explota Explota.