Una terribile tragedia ha colpito la città di Bologna, dove una donna di 32 anni di origine rumena, Stefania Alexandra Nistor, insieme ai suoi tre figli, è morta a causa di un incendio scoppiato nella loro abitazione durante la notte.

Le vittime includono due sorelline e un fratellino, rispettivamente di sei e due anni, gemelli. La famiglia si trovava nella stessa stanza da letto quando è avvenuto il tragico evento. Il padre dei bambini, separato dalla moglie, è stato portato in ospedale per accertamenti a seguito di un malore. Egli aveva raggiunto l’appartamento durante la notte insieme ai nonni dei piccoli.

L’incendio, di modeste dimensioni, ha coinvolto una stufetta elettrica in camera da letto, generando una grande quantità di fumo che si è rivelato fatale per la madre e i suoi figli. L’intervento dei vigili del fuoco, durato diverse ore, è stato caratterizzato da una situazione di grande difficoltà.

Secondo le prime indagini condotte dai vigili del fuoco, l’incendio sembra essere stato causato da un corto circuito nell’impianto elettrico, probabilmente dovuto all’uso di un apparecchio per il riscaldamento. Tuttavia, si ritiene che l’accaduto sia stato del tutto accidentale. La zona dell’incidente è stata posta sotto sequestro in attesa di ulteriori accertamenti.

I vicini sono sconvolti dall’accaduto, descrivendo la famiglia come unita e felice nonostante la separazione dei genitori. La tragedia ha suscitato una profonda commozione e un senso di sgomento nella comunità locale, che si stringe attorno ai parenti delle vittime in questo momento di dolore.