Il Veneto è nuovamente scosso da un tragico femminicidio, a breve distanza da quello di Giulia Cecchettin. La vittima questa volta è Vanessa Ballan, una giovane mamma di 27 anni, trovata senza vita davanti alla porta di casa nella piccola frazione di Spineda, appartenente al comune trevigiano di Riese Pio X. Il suo aguzzino, dopo averla colpita con almeno sette coltellate al torace, è fuggito dalla scena del crimine.

La comunità si ritrova a piangere la perdita di un’altra donna, vittima di violenza e brutalità. Il tragico evento si aggiunge al già doloroso femminicidio di Giulia Cecchettin, avvenuto appena un mese prima. La situazione solleva interrogativi sulla sicurezza delle donne nella regione e richiama l’attenzione sulle misure necessarie per contrastare la violenza di genere.

Le autorità locali stanno indagando sull’omicidio di Vanessa Ballan, cercando di individuare il responsabile della tragica aggressione e di portarlo alla giustizia. La comunità è unita nel dolore e nell’indignazione, chiedendo misure concrete per prevenire futuri atti di violenza contro le donne e garantire una maggiore sicurezza nella regione.