ROMA – “Il comparto turistico sta vivendo una situazione drammaticamente critica. L’intenzione di procedere al licenziamento manifestata dagli storici hotel romani Sheraton e Majestic è una profonda ferita per i quasi 200 occupati, un duro colpo per l’intero indotto e una sconfitta per il nostro territorio. La situazione rischia di essere un grave precedente, l’inizio di un effetto domino che dobbiamo necessariamente scongiurare. Non lasceremo soli i nostri lavoratori e le parti datoriali. Sento mie le difficoltà di ogni protagonista della filiera, non saremo sordi di fronte al loro grido di aiuto”. – ha dichiarato Valentina Corrado, Assessore al Turismo della Regione Lazio.
“I numeri sul settore alberghiero romani sono sconfortanti. Da inizio pandemia su 1280 hotel 350 non hanno riaperto. Molte imprese sono sul punto di interrompere l’attività. Roma rischia di assistere, in pochi mesi, al licenziamento di 8mila persone secondo le stime dall’ente bilaterale Turismo. Il pericolo è che alla crisi sanitaria si aggiunga un’irreparabile crisi economica e sociale. Le misure che come Assessorato al turismo abbiamo prontamente messo in atto, per quanto consistenti, da sole non bastano. Insieme al collega Claudio Di Berardino convocheremo un tavolo di confronto con le parti sociali e datoriali. Quella espressa dai vertici del Campidoglio e da Federalberghi Roma è una preoccupazione condivisa. È assolutamente necessaria e impellente l’apertura di un tavolo con il Governo per far fronte all’emergenza occupazione del settore: servono un’azione congiunta e aiuti consistenti per supportare le realtà romane e dell’intero territorio laziale”. – ha concluso Corrado.