Il segretario di Stato americano Antony Blinken, parlando alla Stanford University, ha commentato: “L’uso da parte della Russia di droni iraniani per colpire le città ucraine è “un segno di crescente disperazione. Stiamo vedendo questi droni – ha detto – Che cosa stanno facendo? Attaccano i civili. Attaccano le infrastrutture critiche come le centrali elettriche, gli ospedali, le cose di cui la gente ha bisogno nella vita quotidiana e che non sono obiettivi militari”.