ROMA – “Le storie di Sofia di 13 anni che torna a camminare al San Raffaele Pisana e di Vadim di 17 anni gravemente ustionato nel tentativo di salvare la madre e ora in cura al centro grandi ustioni del Sant’Eugenio con doppio intervento chirurgico e ricostruttivo, rappresentano due esempi di buona sanità e di accoglienza che onorano la nostra regione e che stanno ridando la speranza a due storie drammatiche. Il mio grazie è rivolto alle operatrici e agli operatori delle due strutture per la professionalità e l’amore che stanno dimostrando nella cura e nell’assistenza. A Sofia e Vadim un abbraccio ideale”. Lo dichiara l’Assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato.