Proseguono i bombardamenti sull’Ucraina, in particolare nella notte è stata bombardata la città orientale di Bakhmut, nella regione di Donetsk. Sempre nell’Est del Paese l’esercito della Federazione ha bombardato la città di Kharkiv e gli insediamenti di Sosnivka, Dementiivka, Mykilske, Ruski Tyshky, Cherkaski Tyshky, Pytomnyk, Slatyne, Prudianka, Nove, Ivanivka e Zalyman utilizzando cannoni e razzi.

La portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova, secondo quanto riporta la Tass, ha riferito: “Dopo aver provocato un’escalation della crisi ucraina e scatenato un violento confronto ibrido con la Russia, Washington e i suoi alleati stanno pericolosamente barcollando sull’orlo di uno scontro militare aperto con il nostro Paese, il che significa un conflitto armato diretto tra potenze nucleari. Chiaramente, tale scontro rischierebbe di provocare un’escalation nucleare”. Il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov, secondo quanto riferisce la Tass, ha affermato che non ci sono discussioni in corso sulla ripresa dei colloqui tra Russia e Ucraina.