Continua la guerra in Ucraina. Più di 100 cadaveri sono stati trovati sotto le macerie di una casa di Mariupol ora sotto l’occupazione russa. Ad annunciarlo il consigliere del sindaco di Mariupol Petro Andryushchenko su Telegram. La triste scoperta si è fatta durante l’ispezione degli edifici nel distretto di Livoberezhny in un casa distrutta dall’esplosione di una bomba.  I cadaveri si trovano ancora sotto le macerie. Mariupol è stata praticamente distrutta dai bombardamenti degli invasori russi: più del 95% di tutti gli edifici sono stati distrutti, inclusi 1.356 grattacieli. Il sindaco di Mariupol ha affermato che dall’inizio dell’invasione russa nella città sono morti circa 22mila civili. Oggi, circa 100.000 persone rimangono nella città temporaneamente occupata.