Contrattazione collettiva, welfare aziendale, mutua assistenza, bilateralità a sostegno delle aziende e dei lavoratori.
Questi gli importanti temi all’ordine del giorno dell’incontro che si è tenuto a Roma tra Unione Artigiani Italiani e Confintesa per la pianificazione dei progetti dell’ente bilaterale En.Bi.U.C. che ha visto da poco rinnovate le cariche di Presidente a Francesco Michele Abballe ed al vice Presidente Claudia Ratti.
Lo sviluppo di una serie di CCNL innovativi è più che mai urgente oggi per dare ad imprese e lavoratori i mezzi necessari ad intercettare i cambiamenti repentini del mercato del lavoro.
La mission dell’En.Bi.U.C., ribadita dal presidente Abballe, dalla vice Ratti e dal Segretario Generale di Confintesa Prudenzano, è lo sviluppo della formazione passando per l’apprendistato e tutte le politiche attive del lavoro, in grado di creare occupazione, nel pieno rispetto della dignità dei lavoratori e sostenendo in modo efficace le imprese.
“Il lavoro che le due organizzazioni sindacali stanno portando avanti in questi anni di primo mandato ha già dato i suoi frutti. Abballe e Ratti hanno sottolineato la volontà di tutto lo staff di dare ulteriore slancio all’azione dell’En.Bi.U.C., moltiplicando gli sforzi a sostegno del tessuto delle Imprese e delle Micro Imprese che, ancora oggi, stanno soffrendo la crisi economica e faticano a ripartire dopo le difficoltà che il sistema ha incontrato negli scorsi anni” – aggiunge il dirigente generale della UAI, Giuseppe Zannetti
L’Enbiuc rappresenta un modello di collaborazione efficace e costruttiva tra le parti sociali, lavorando insieme per promuovere il benessere, la produttività e la sostenibilità nel mondo del lavoro.
Solo la stretta sinergia tra tutti i protagonisti nel mondo del lavoro, può creare innovazione e nuove opportunità di sviluppo partendo dalla valorizzazione delle persone.