Il presidente Volodymyr Zelensky afferma di essere pronto ad accettare lo status di neutralità dell’Ucraina come parte di un accordo di pace con la Russia, alla vigilia dei nuovi colloqui tra Kiev e Mosca, in programma domani e dopodomani in Turchia. “Lo status neutrale e non nucleare del nostro Stato: siamo pronti ad accettarlo”- ha detto. Si tratta,
del resto, della prima richiesta di Mosca “e per quanto ricordo hanno iniziato la guerra per questo” – ha detto il presidente ucraino in un’intervista con dei giornalisti indipendenti russi. Zelensky ha anche aggiunto che qualsiasi accordo dovrà essere sottoposto al popolo ucraino in un referendum, evidenziando  di voler raggiungere “senza alcun indugio” un accordo di pace per “il ripristino di una vita normale” nel suo Paese. Ma ha anche ricordato come “la sovranità e l’integrità territoriale sono fuori dubbio”, rimarcando come “le questioni del Donbass e della Crimea devono essere discusse e risolte” nei colloqui di pace.