Paolo Pininfarina, presidente dell’azienda torinese che ha segnato la storia dell’automobile italiana per oltre 90 anni, è scomparso all’età di 65 anni. Testimone dell’italian style nel settore automobilistico, ha lasciato un’impronta indelebile con oltre 600 modelli prodotti durante la sua gestione.

Entrato nell’azienda nel 1982, Paolo Pininfarina è diventato presidente nel 2008 dopo la morte improvvisa del fratello Andrea. La sua leadership è stata caratterizzata da un impegno instancabile e da una passione per l’azienda, che lo ha portato a diversificare le attività oltre al settore automobilistico, mantenendo sempre alto il prestigio del marchio.

Il suo nome è legato a progetti iconici come la concept car Sergio, realizzata in memoria del padre Sergio Pininfarina, e la hypercar elettrica Automobili Pininfarina Battista, che porta il nome del nonno. Il consiglio d’amministrazione e l’azienda hanno espresso profonda gratitudine per il contributo straordinario di Paolo Pininfarina, sottolineando il suo impegno nell’assicurare il futuro e l’identità aziendale.

Il mondo politico ed economico nazionale, insieme alle istituzioni di Torino e del Piemonte, ha reso omaggio a Paolo Pininfarina, riconoscendo il suo ruolo fondamentale nella storia industriale del Paese. Il suo passaggio è stato accolto con tristezza, ma il suo lascito di innovazione e dedizione continuerà a vivere nell’industria automobilistica italiana.