VITERBO – La prevenzione inizia dal bar, almeno quella per il tumore al seno.

Dopo il successo dello scorso anno, nell’ambito dell’Ottobre Rosa, il mese della prevenzione del tumore della mammella promosso dalla Regione Lazio, torna “Un caffè in rosa”, l’iniziativa che è già partita da venerdì 7 ottobre, coinvolgerà decine di bar su tutto il territorio della Tuscia al fine di raccogliere fondi destinati a sostenere progetti dedicati alle donne operate al seno, sotto l’egida della Breast unit della Asl di Viterbo, coordinata dalla dottoressa Agnese Fabbri.

Un caffè in rosa è organizzato dalla Asl di Viterbo, dalle associazioni Un desiderio di Irene, Beatrice onlus e Aman, da Confartigianato Viterbo e da Ancos Confartigianato.

Negli esercizi pubblici che hanno aderito all’iniziativa nel mese di ottobre, a ogni cliente donna che ordinerà un caffè verranno consegnati in omaggio un fiocchetto di stoffa rosa (simbolo della lotta contro il tumore al seno) e anche una brochure informativa per orientare ai servizi e i percorsi messi in campo dalla Breast unit della Asl di Viterbo. Le clienti che riceveranno gli omaggi potranno anche partecipare al contest Instagram postando una foto dal bar in cui li hanno ricevuti, utilizzando gli hashtag #uncaffeinrosa e #undesideriodiirene e taggando Confartigianato Viterbo e Asl Viterbo.

Per chi poi volesse contribuire con una offerta libera a sostenere il progetto di benessere psicofisico per donne operate di tumore al seno Un desiderio di Irene, all’interno dei bar aderenti ci saranno dei salvadanai per le donazioni.