VITERBO – Consegnato l’apparecchio acquistato dal Rotary Club Viterbo dopo la raccolta fondi della conviviale “Una pizza in compagnia… per la corsia di Pediatria”: nel reparto di Belcolle è ora a disposizione un monitor multiparametrico, corredato di un kit di bracciali adatti ad ogni età dei ricoverati in pediatria, indispensabile per la rilevazione immediata dei parametri vitali, dell’azienda “Bialma”.

A consegnarlo è stato il presidente Stefano Bianchini insieme ai soci Angela Grifa e Lamberto Scorzino, accolti nell’atrio del reparto dal primario, dottor Giorgio Bracaglia, insieme alla rotariana dottoressa Barbara Cuomo e alla caposala Maria Cristina D’angelo.

Un apparecchio importante, come spiegato dal primario: E’ sempre bello ricevere regali per il reparto, e lo è anche di più quando non c’è materiale di consumo per utilizzarlo, così da essere utile per sempre. Per questo abbiamo scelto e individuato questo monitor – precisa il dottor Bracaglia -: quando il Rotary ci ha chiesto cosa servisse eravamo nella fare post lockdown e abbiamo evidenziato molti traumi tra i bambini, un fatto che richiede una monitorizzazione veloce. Questo monitor e i relativi bracciali, adattabili dai neonati di 6 mesi ad un ragazzo di 14 anni, permette al personale di avere i primi dati vitali subito e in modo non invasivo. Ormai siamo una rete di comunità, grazie al supporto di tutti, associazioni, cittadini e personale sanitario. Sono orgoglioso di ricordare che da quattro mesi l’Università Cattolica invia due medici specializzandi, dopo aver selezionato questo reparto e un altro a Brescia, una conferma di professionalità e una crescita continua per loro e tutti noi. Il lavoro fatto bene si vede, siamo una bella squadra che sta portando un calo della mobilità passiva, molte famiglie portano sempre più bambini evitando di andare altrove, speriamo aumentino anche le nascite, ora puntiamo a questo obiettivo”.

Donare al reparto di Pediatria è già un gesto che riempie d’orgoglio, farlo con un apparecchio così utile e per un gruppo che opera così bene lo è anche di più, come precisa il presidente Bianchini: “Finché non si ascoltano parole come queste non ci si rende conto quanto possa essere importante un gesto, che sappiamo benefico, ma aumenta molto di valore perché può immediatamente aiutare a comprendere la situazione di salute di un bambino. Siamo davvero felici come rotariani di essere stati d’aiuto e possiamo promettere che ci rivedremo presto”.