Il Segretario di Stato americano, Antony Blinken, visita Kiev per rassicurare personalmente che gli aiuti militari “stanno arrivando”, in mezzo alle rinnovate offensive russe, incluso l’attacco in corso a Kharkiv. La stretta di mano tra Blinken e il presidente Zelensky invia un chiaro messaggio a Mosca, indicando che gli Stati Uniti non abbandoneranno l’Ucraina all’invasione russa. Tuttavia, sul fronte ucraino, la situazione è critica a causa della carenza di truppe, anche se i rinforzi stanno arrivando. Si prevede che la Russia possa lanciare una nuova offensiva nella regione di Sumy. Intanto, le evacuazioni continuano e le città ucraine sono sotto attacco costante. Blinken assicura che gli aiuti occidentali sono in arrivo e sottolinea l’impegno degli Stati Uniti a sostenere l’Ucraina. Anche altri paesi europei si impegnano ad aumentare le forniture militari. In risposta, le forze ucraine attaccano le regioni russe.