La sentenza definitiva è stata pronunciata dalla Cassazione riguardo al caso dell’omicidio di Niccolò Ciatti, avvenuto nell’agosto 2017 fuori da una discoteca a Lloret de Mar, Spagna. Rassoul Bissoultanov, cittadino ceceno, è stato condannato a 23 anni di carcere per omicidio volontario, ma attualmente è latitante.

La Cassazione ha accolto le richieste della procura generale confermando la condanna. Luigi Ciatti, padre di Niccolò, ha commentato che sebbene riconosca questo come un primo passo, ora è importante trovare Bissoultanov e farlo scontare la pena.

Bissoultanov era stato estradato in Italia nel dicembre 2021 dalla Germania ma era stato rilasciato a causa di una procedura difettosa. Dopo quel momento, è sparito. Il procuratore generale ha dichiarato che non sussistono le condizioni per considerare l’omicidio come preterintenzionale, sottolineando che Ciatti è stato colpito mentre cercava di rialzarsi dopo il primo pugno ricevuto.

Luigi Ciatti ha espresso la speranza che la condanna diventi definitiva e che Bissoultanov venga trovato e incarcerato, criticando il fatto che le autorità italiane non abbiano ancora mosso sforzi sufficienti per rintracciarlo.