La Corte dei Conti ha pubblicato la Relazione annuale 2021 sui rapporti finanziari tra l’Italia e l’Unione europea. Secondo il rapporto, l’Italia affronta una responsabilità finanziaria più complessa rispetto al passato nel prelevamento e nell’impiego dei fondi europei, poiché una parte significativa di essi costituisce debito pubblico. Nonostante l’imponente sforzo di fiscal policy del Quadro finanziario pluriennale (Qfp) 2021-2027, le nuove emergenze geopolitiche e le pressioni inflazionistiche hanno posto tensioni sul bilancio dell’Unione europea, richiedendo rilevanti correzioni per il reperimento e la destinazione di nuove risorse, con un conseguente ripensamento delle priorità.