La presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, e il presidente della Regione Lazio, Francesco Rocca, hanno recentemente sottoscritto un accordo cruciale per lo sviluppo e la coesione tra il governo italiano e la Regione Lazio. Meloni ha espresso la sua soddisfazione nel portare un presidente del Consiglio nella regione dopo 22 anni, definendo il momento come particolarmente significativo, considerando che il Lazio è anche la sua regione d’origine.

L’accordo, il quarto di questo genere firmato dal governo, è il più cospicuo finanziariamente, ammontando a 1,2 miliardi di euro, di cui 192 milioni sono stati già assegnati come anticipo nel 2021. Considerando anche le quote di cofinanziamento, l’investimento totale per il territorio del Lazio si aggira attorno ai 2,2 miliardi di euro.

Il focus principale dell’accordo è il potenziamento delle reti di trasporto e delle infrastrutture, con particolare attenzione alla rete ferroviaria. Meloni ha sottolineato che tutte le province beneficeranno di questo accordo, mentre Rocca ha commentato che questo momento è storico non solo per gli ingenti finanziamenti, ma anche perché un presidente del Consiglio non visitava la regione da 22 anni.

La firma dell’accordo è stata accompagnata dall’annuncio di una cabina di regia presieduta personalmente da Rocca, che si occuperà del monitoraggio costante dei fondi e del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR). La presidente Meloni ha enfatizzato la capacità del governo di rinegoziare il PNRR, presentando una nuova versione in linea con le priorità concordate con la Commissione europea.

In sintesi, l’accordo rappresenta un passo significativo per il potenziamento infrastrutturale e lo sviluppo del Lazio, con un’impressionante iniezione di finanziamenti destinati a progetti chiave nelle linee ferroviarie, mobilità, infrastrutture, ambiente e urbanizzazione. La firma dell’accordo segna un capitolo importante nella collaborazione tra il governo centrale e le regioni per promuovere lo sviluppo economico e la coesione territoriale.