Le ACLI delle province di Latina e Frosinone accolgono con un plauso il lavoro svolto dalle rappresentanze istituzionali e politiche che hanno portato alla approvazione in Senato la fiscalità di vantaggio anche sui propri territori, estendendola, quindi, agli storici confini della Cassa per il Mezzogiorno. << Era un auspicio delle nostre Organizzazioni provinciali e di molte altre rappresentanze- affermano all’unisono i rispettivi presidenti Maurizio Scarsella e Gianrico Rossi- perché il Lazio meridionale non fosse messo in difficoltà rispetto ai vantaggi delle regioni meridionali confinanti. Un plauso per il lavoro svolto dal Commissario per il Consorzio Industriale Unico Francesco De Angelis, ai parlamentari Fabio Melilli, Claudio Mancini e al Sottosegretario Claudio Durigon, invitandoli ad andare avanti nel buon lavoro di governo.
Questo ravvedimento è prezioso per il territorio delle nostre province, offrendo ai lavoratori e alle imprese nuove prospettive. È una misura che abbatte il costo del lavoro, ma che non ha eguali dalla chiusura della Cassa del Mezzogiorno. Le ACLI delle province di Latina e Frosinone si impegnano gratuitamente a divulgare, a formare e ad orientare gli operatori del privato per interpretare ed usare al meglio la normativa così da aumentare il lavoro , e restano inoltre disponibili a fornire il proprio contributo in termini di proposta alla politica a partire dalle istanze raccolte nel lavoro di informazione e orientamento verso i beneficiari della misura>>.