Il centrodestra ha presentato una mozione di sfiducia contro il governatore Michele Emiliano, ma è stata respinta con 18 voti a favore e 31 contrari, con due consiglieri assenti. Anche i gruppi del M5S e di Azione hanno votato contro la mozione, riaffermando così la compattezza della maggioranza di centrosinistra in Puglia.

L’appello di Emiliano durante la discussione della mozione ha rafforzato l’unità della coalizione, che comprende M5S, Azione, Pd e civiche. L’obiettivo politico è quello di costruire un fronte democratico ampio e progressista per il futuro del Paese.

Emiliano ha sottolineato che non ci sono indagini sulla Regione Puglia riguardo alle recenti inchieste, ma solo indagini preliminari su alcuni soggetti. Ha anche annunciato l’intenzione di potenziare i presidi di legalità interni, ispirandosi al lavoro svolto nel settore sanitario. Il Movimento 5 Stelle ha annunciato di presentare un disegno di legge per supportare queste iniziative.