ROMA – Tennis&Friends rappresenta un buono modo per far veicolare il messaggio di prevenzione e sport. Inoltre, c’è stato modo anche di trattare un tema importante “che è quello della fragilità della presa in carico. Non si può lavorare solo sugli ospedali, o meglio usare l’ospedale come unico baluardo della sanità. Bisogna organizzare meglio i servizi del territorio”. A parlare è Giuseppe Quintavalle, direttore generale del Policlinico Tor Vergata di Roma, e tra i protagonisti della tavola rotonda ‘Sanità privata e pubblica a confronto’. “Io non ho mai trovato una distinzione tra pubblico e privato, perché a mio avviso chi è pubblico ha un compito e chi è privato, ma accreditato, per me è pubblico – ha sottolineato Quintavalle – Il punto è quello di trovare delle soluzioni integrative per lavorare insieme”.