Un convoglio della Croce Rossa che trasportava aiuti umanitari e medici a Mariupol è bloccato a Zaporizhzhia perché secondo quanto sostiene l’inviato della Bbc, le garanzie di sicurezza richieste per la squadra non sono ancora state ricevute. Altri autobus, più di 40, hanno viaggiato giovedì ma, secondo fonti ucraine, sono stati fermati nella città di Berdyansk, in territorio controllato dai russi. Un incendio si è poi sviluppato in un deposito di petrolio nella regione di Belgorod, in territorio russo non lontano dal confine ucraino, e Mosca ne attribuisce la responsabilità all’attacco di due elicotteri delle forze ucraine, entrati nello spazio aereo russo a bassa quota Un italiano è stato ucciso in guerra, era miliziano in Donbass. Si chiamava Edy Ongaro, aveva 46 anni e combatteva contro Kiev. La procura generale ucraina riferisce su Telegram che sono complessivamente “quasi 400 bambini” tra feriti e uccisi in Ucraina dall’inizio dell’aggressione armata della Federazione Russa.